Strumenti personali
Tu sei qui: Home

5 per mille al MEB C.F. 02027441209

 

 

 

 

 

 

museo di qualita 

MEB - Museo Ebraico di Bologna

via Valdonica 1/5
40126 Bologna
Italy
Tel. +39 051.2911280
Fax +39 051.235430
email: info@museoebraicobo.it

 
Eventi e mostre

LE NOTE DELLA RESISTENZA

20 dicembre 2017, ore 19 - Concerto dei Soqquadro Italiano nell'ambito della seconda edizione di "Le note della Resistenza". Ingresso libero. Il progetto intende divulgare la storia di coloro che hanno vissuto in prima persona il dramma della persecuzione e della resistenza attraverso la valorizzazione delle immagini e dei racconti di quegli anni. Le modalità di comunicazione scelte sono le arti. Molte le iniziative che ruotano intorno alla mostra fotografica di Giuseppe Porisini, allestita presso l'Urban Center di Sala Borsa dal 15 dicembre 2017 al 15 gennaio 2018. Durante l’esposizione ci saranno delle giornate dedicate ad eventi, dove la musica accompagnerà la lettura di racconti e brani di quegli anni con l’obiettivo di creare emozioni e senso di libertà. La memoria, come partecipazione attiva. Un allestimento in cui lo spettatore è immerso in uno spazio dove immagine, voce e musica creano uno spazio vitale per la memoria, per la riflessione per l’aggregazione. Un viaggio tra la musica e la letteratura che hanno accompagnato l’Italia dal 1939 al 1945.

ANOTHER COUNTRY. Momenti di vita di ebrei in diaspora

MOSTRA - PROROGATA FINO AL 7 GENNAIO 2018. In occasione della XVIII edizione della Giornata Europea della Cultura Ebraica, e ispirandosi al tema di quest’anno Diaspora, identità e dialogo, domenica 10 settembre il Museo Ebraico di Bologna inaugura la mostra "Another Country | Momenti di vita di ebrei in diaspora". La mostra è costituita da due serie fotografiche inerenti all’abbigliamento e alle cerimonie nuziali degli ebrei in diaspora corredate di ampie descrizioni e messe gentilmente a disposizione dal Museo Beit Hatfutsot di Tel Aviv, una delle più importanti istituzioni culturali di Israele dedicata alla storia e alla documentazione del popolo ebraico, e fanno parte della collezione del Centro di Documentazione Bernard H. e Miriam Oster. Museo Ebraico di Bologna 10 settembre - 10 dicembre 2017. Ingresso libero

CARD MUSEI METROPOLITANI DI BOLOGNA

Il Museo Ebraico di Bologna aderisce alla CARD MUSEI METROPOLITANI DI BOLOGNA, uno strumento per accedere a condizioni vantaggiose ai musei della città e dell’Area Metropolitana bolognese inclusi nel circuito.

PatER - Catalogo del patrimonio culturale dell'Emilia-Romagna

Il patrimonio storico-artistico del Museo Ebraico di Bologna è entrato a far parte di PatER, il Catalogo del patrimonio culturale dell'Emilia-Romagna dell'Istituto Beni Culturali. L'intervento di catalogazione è stato realizzato, dall'Istituto Beni Culturali della Regione Emilia-Romagna, nell'ambito delle attività di catalogazione previste dalla LR 18/2000. Le opere d'arte e gli oggetti acquisiti dal Meb nel corso della sua attività, con mostre storico-documentarie, esposizioni delle opere di artisti ebrei e israeliani contemporanei, donazioni di privati, acquisti dal mercato antiquario, sono consultabili all'indirizzo: bbcc.ibc.regione.emilia-romagna.it
altri eventi
In evidenza

ALLA RICERCA DEL BOLOGNA PERDUTO

MOSTRA: "ALLA RICERCA DEL BOLOGNA PERDUTO. Árpád Weisz, dal successo alla tragedia".
In occasione del Giorno della Memoria 2018, il Museo Ebraico di Bologna, in collaborazione con Bologna FC 1909 e Edizioni Minerva, propone una mostra su Árpád Weisz (Solt, Ungheria, 1896 – Auschwitz, Polonia, 1944), l’allenatore ebreo ungherese che dal 1935 al 1938 portò la squadra di calcio del Bologna a vincere per due volte consecutive lo scudetto e la prestigiosa Coppa del Torneo dell’Esposizione di Parigi nel 1937.
Le tavole del volume di Matteo Matteucci, Árpád Weisz e il Littoriale (Bologna, Minerva 2016), esposte in originale o riprodotte graficamente, raccontano le vicende calcistiche e storiche del periodo compreso tra gli anni Venti e gli anni Quaranta nel territorio bolognese. Si parte dall’inaugurazione dello Stadio nel 1926, con la presenza di Mussolini per arrivare fino agli anni nei quali la squadra del Bologna, all’epoca vincente in Italia e in Europa, è guidata dall’ungherese Árpád Weisz. Museo Ebraico di Bologna 21 gennaio | 18 marzo 2018. Ingresso libero.
MOSTRA: "ALLA RICERCA DEL BOLOGNA PERDUTO. Árpád Weisz, dal successo alla tragedia". In occasione del Giorno della Memoria 2018, il Museo Ebraico di Bologna, in collaborazione con Bologna FC 1909 e Edizioni Minerva, propone una mostra su Árpád Weisz (Solt, Ungheria, 1896 – Auschwitz, Polonia, 1944), l’allenatore ebreo ungherese che dal 1935 al 1938 portò la squadra di calcio del Bologna a vincere per due volte consecutive lo scudetto e la prestigiosa Coppa del Torneo dell’Esposizione di Parigi nel 1937. Le tavole del volume di Matteo Matteucci, Árpád Weisz e il Littoriale (Bologna, Minerva 2016), esposte in originale o riprodotte graficamente, raccontano le vicende calcistiche e storiche del periodo compreso tra gli anni Venti e gli anni Quaranta nel territorio bolognese. Si parte dall’inaugurazione dello Stadio nel 1926, con la presenza di Mussolini per arrivare fino agli anni nei quali la squadra del Bologna, all’epoca vincente in Italia e in Europa, è guidata dall’ungherese Árpád Weisz. Museo Ebraico di Bologna 21 gennaio | 18 marzo 2018. Ingresso libero.

Corso di Lingua, Letteratura e Cultura Yiddish

"AVVISO IMPORTANTE: il corso è stato sospeso per cause impreviste. Ci scusiamo per il disagio" 
Il Museo Ebraico di Bologna propone un corso di lingua e cultura yiddish rivolto a chiunque voglia affrontare lo studio di un mondo ormai scomparso, quello degli ebrei dell’Europa orientale. Fu proprio negli “shtetlach”, i villaggi agli estremi confini dell’impero absburgico, che si sviluppò una civiltà capace per lungo tempo di farsi espressione privilegiata della cultura ebraica europea.
Il corso, oltre alle indispensabili nozioni grammaticali e sintattiche, fornirà un’introduzione alla storia della lingua e darà informazioni basilari di letteratura yiddish, storia degli ebrei orientali, cultura chassidica e musica klezmer.
Inizio: SOSPESO. Docente: Gaia Bianchini, traduttrice.
"AVVISO IMPORTANTE: il corso è stato sospeso per cause impreviste. Ci scusiamo per il disagio" Il Museo Ebraico di Bologna propone un corso di lingua e cultura yiddish rivolto a chiunque voglia affrontare lo studio di un mondo ormai scomparso, quello degli ebrei dell’Europa orientale. Fu proprio negli “shtetlach”, i villaggi agli estremi confini dell’impero absburgico, che si sviluppò una civiltà capace per lungo tempo di farsi espressione privilegiata della cultura ebraica europea. Il corso, oltre alle indispensabili nozioni grammaticali e sintattiche, fornirà un’introduzione alla storia della lingua e darà informazioni basilari di letteratura yiddish, storia degli ebrei orientali, cultura chassidica e musica klezmer. Inizio: SOSPESO. Docente: Gaia Bianchini, traduttrice.

Gruppo di lettura: LETTERATURA ISRAELIANA CONTEMPORANEA

Invitiamo tutte le persone che amano leggere a prendere parte al gruppo di lettura dedicato ai nuovi scrittori israeliani contemporanei. Prossimo appuntamento giovedì 23 novembre con l'incontro dedicato a "Perle alla luce del giorno"
di Savyon Liebrecht (E/O, 2017). Dalle 17.00 alle 19.00 - presso la Biblioteca Amilcar Cabral - via San Mamolo 24, Bologna. La partecipazione è libera, gratuita e aperta a tutti.
Invitiamo tutte le persone che amano leggere a prendere parte al gruppo di lettura dedicato ai nuovi scrittori israeliani contemporanei. Prossimo appuntamento giovedì 23 novembre con l'incontro dedicato a "Perle alla luce del giorno" di Savyon Liebrecht (E/O, 2017). Dalle 17.00 alle 19.00 - presso la Biblioteca Amilcar Cabral - via San Mamolo 24, Bologna. La partecipazione è libera, gratuita e aperta a tutti.

Corsi e Seminari di Ebraismo 2017-2018

Il Museo Ebraico di Bologna organizza corsi di lingua ebraica con un metodo esclusivo e originale,
sviluppato e consolidato in anni di esperienza didattica, che coniuga l’apprendimento
della lingua sia scritta che parlata all’approccio e alla conoscenza di molti aspetti della tradizione
e della cultura ebraica. Numerosi i corsi e i seminari su singoli argomenti, tra i quali anche un corso di lingua e cultura Yiddish rivolto a chiunque
voglia affrontare lo studio di un mondo ormai scomparso.
Il Museo Ebraico di Bologna organizza corsi di lingua ebraica con un metodo esclusivo e originale, sviluppato e consolidato in anni di esperienza didattica, che coniuga l’apprendimento della lingua sia scritta che parlata all’approccio e alla conoscenza di molti aspetti della tradizione e della cultura ebraica. Numerosi i corsi e i seminari su singoli argomenti, tra i quali anche un corso di lingua e cultura Yiddish rivolto a chiunque voglia affrontare lo studio di un mondo ormai scomparso.
Altro…

Azioni sul documento