Strumenti personali
Tu sei qui: Home / eventi e mostre / archivio 2013 / mostra online: I GIUSTI TRA LE NAZIONI

Giusti tra le nazioni

5xmille1

museo di qualita 

MEB - Museo Ebraico di Bologna

via Valdonica 1/5
40126 Bologna
Italy
Tel. +39 051.2911280
Fax +39 051.235430
email: info@museoebraicobo.it

 

mostra online: I GIUSTI TRA LE NAZIONI

archiviato sotto:
Visita la mostra online: I GIUSTI TRA LE NAZIONI. I non ebrei che salvarono gli ebrei in Emilia Romagna 1943-1945

Dettagli dell'evento

Quando

dal 21/01/2013 alle 10:00
al 18/02/2013 alle 10:00

Dove

web

Aggiungi l'evento al calendario

mostra online

I GIUSTI TRA LE NAZIONI. I non ebrei che salvarono gli ebrei in Emilia Romagna 1943-1945

Giorno Memoria InvitoMuseo Ebraico di Bologna
20 gennaio | 17 febbraio 2013

I Giusti tra le Nazioni sono i non ebrei che durante la Shoah salvarono uno o più ebrei dalla deportazione e dalla morte, rischiando la propria vita e senza trarne vantaggio personale.
Yad Vashem, l’Istituto per la Memoria della Shoah, istituito nel 1953 a Gerusalemme, si dedica dal 1963 alla ricognizione e al riconoscimento di questi salvatori: coloro che vengono riconosciuti “Giusti” ricevono una medaglia e un diploma d’onore e viene piantato per ciascuno un albero lungo il viale dei Giusti.
Ad oggi sono più di 20.000 i Giusti tra le Nazioni riconosciuti da Yad Vashem, di cui 400 italiani.
La mostra si focalizza sui 54 Giusti che nel territorio dell’Emilia Romagna hanno nascosto, protetto e nutrito ebrei in pericolo di vita per settimane, a volte mesi; le loro storie dimostrano che, nonostante la tragedia che colpì il popolo ebraico, uomini e donne non sono rimasti passivi, ma rischiando la vita hanno messo in pratica la massima talmudica secondo la quale “chiunque salvi una vita salva l’umanità intera”.

In collaborazione con: Comunità Ebraica di Bologna

 

0. Colophone  

1. Gli ebrei in Italia dall'emancipazione alla persecuzione

2. I Giusti tra le Nazioni |Righteous among the Nations

3. Alfonso Canova, Bologna - famiglia Bizzi, Imola |Bo

4. Pio e Gina Candini, S. Giorgio di Piano | Bo - famiglia Antolini, Ferrara

5. Giuseppe Moreali, Don Arrigo Beccari Nonantola | Mo

6. Don Dante Sala, San Martino Spino di Mirandola | Mo - Odoardo Focherini, Carpi | Mo 

7. Antonio Lorenzini, Lama Mocogno | Mo - Sisto e Alberta Gianaroli, Polinago | Mo

8. Don Benedetto Richeldi, Finale Emilia | Mo - Don Enzo Boni Baldoni, Cavriago | Re

9. Don Giulio Facibeni, Galeata | Fc - Don Leto Casini, Fiorenzuola | Pc

10. Fosco e Tina Annoni, Parma - Luisa Minardi, Parma - Attilio e Jole Cornini, Parma

11. Giuseppe e Albina Gandolfi, Ostia Parmense | Pr - famiglia Barbieri, Giacomo Avenia, don Ernesto Ollari, Calestano | Pr - famiglie Belmessieri, Galvani, Azzali, Gennari, Parma e Caneto di Palanzano | Pr - Pellegrino Riccardi, Fornovo di Taro | Pr

12. Antonio Dalla Valle e famiglia Tambini, Bagnacavallo | Ra - Luigi e Anna Varoli, Vittorio e Serafina Zanzi, Cotignola | Ra

13. Ezio Giorgetti, Osman Carugno, Bellaria | Rn - Guido Morganti, Cattolica | Rn - Gino e Pina Muratori, Ravenna

.Mappa

.Albero grafico: Colui che salva una vita è come se salvasse l’umanità intera

Azioni sul documento

archiviato sotto: