Strumenti personali
Tu sei qui: Home / eventi e mostre / GIORNO della MEMORIA 2019 - Incontri in cineteca per le scuole

Giusti tra le nazioni

5xmille1

museo di qualita 

MEB - Museo Ebraico di Bologna

via Valdonica 1/5
40126 Bologna
Italy
Tel. +39 051.2911280
Fax +39 051.235430
email: info@museoebraicobo.it

 

GIORNO della MEMORIA 2019 - Incontri in cineteca per le scuole

In collaborazione con Cineteca di Bologna. Lunedì 28 gennaio 2019 | ore 9.00 |proiezione del film UN SACCHETTO DI BIGLIE di Christian Duguay (Francia 2017, 110’) consigliato per le scuole secondarie di primo grado - mercoledì 30 gennaio 2019 | ore 9.00 | proiezione del film "1945" di Ferenc Török (Ungheria 2017, 91’) consigliato per le scuole secondarie di secondo grado. Cinema Lumière | Via Azzo Gardino 65

Dettagli dell'evento

Quando

dal 28/01/2019 alle 09:00
al 30/01/2019 alle 11:30

Aggiungi l'evento al calendario

Incontri in cineteca

in collaborazione con Cineteca di Bologna

 

Lunedì 28 gennaio 2019 | ore 9.00
Cinema Lumière | Via Azzo Gardino 65

Un sacchetto di biglie

di Christian Duguay | Francia 2017 | 110’

film sacchetto biglie 18Joseph e Maurice vivono la loro infanzia serenamente: d’estate giocano tra le onde, d’inverno si sfidano a battaglie di palle di neve. Fino a quando tutto cambia. A scuola sono costretti a indossare segni distintivi sulla giacca della divisa, come tutti gli altri bambini ebrei; vengono esclusi e additati dai compagni, emarginati dagli amici che ora li guardano in modo diverso. La situazione si complica a tal punto che una sera, il padre gli annuncia che dovranno partire in cerca di un luogo più sicuro. I bambini si mettono così in viaggio per sfuggire ai nazisti e raggiungere la cosiddetta “terra libera”. In qualche modo riescono a eludere i controlli delle SS, imparano a riconoscere il rumore dei tremendi camioncini che sciamano per il Paese, e a scappare prima che gli ufficiali a bordo si accorgano della loro presenza. Il film segue i due bambini nella loro fuga da Parigi alla ricerca di un rifugio definitivo, mostra senza filtri le insormontabili difficoltà che affrontano lungo il percorso e come, con un’incredibile dose di astuzia, coraggio e ingegno riescono a sopravvivere alle barbarie naziste e a ricongiungersi finalmente alla loro famiglia.
Tratto dal romanzo autobiografico del 1973 in cui l’autore, Joseph Joffo, raccontò la sua esperienza personale di ragazzino in fuga, insieme al fratello e lontani famiglia, dalla Parigi occupata alla zona libera del sud guidata dal maresciallo Petain.

Per le scuole secondarie di primo grado

 

 

 

mercoledì 30 gennaio 2019 | ore 9.00
Cinema Lumière | Via Azzo Gardino 65

1945

di Ferenc Török | Ungheria 2017 | 91’

film 1945 181945 è tratto da un racconto dello scrittore ungherese Gábor T.Szántó. In un caldo giorno di agosto del 1945, mentre l’Ungheria è occupata dai sovietici e ci si prepara alle elezioni politiche, un treno arriva in una piccola stazione in mezzo alla campagna. Ne scendono due uomini, uno giovane e l’altro anziano, che attirano l’attenzione dei pochi presenti. Sono due ebrei ortodossi che scaricano delle casse e si avviano con due facchini su un carretto verso il paese più vicino. Nel paese è previsto il matrimonio del figlio del vicario del posto, unico ufficiale pubblico di riferimento. Sono settimane in sospeso verso un passato che si fa fatica a lasciarsi alle spalle e la ricerca di ‘un mondo nuovo’; una dinamica che vale per tutto il continente, ancor di più per l’est, stretto fra le due dittature e protagonista dei maggiori massacri della Shoah.
Girato in uno splendido bianco e nero si articola su tre piani paralleli che costruiscono l’azione. C’è la celebrazione di un matrimonio di convenienza tra il figlio del vicario, nonché droghiere del villaggio, che viene turbata dalla notizia dell’arrivo dei due misteriosi ebrei di cui osserviamo il procedere a piedi dietro il carro che porta le due casse.
Il terzo piano è quello che viene innescato dal riemergere del rimosso. Lo status quo viene però turbato da una domanda che coinvolge tutti: cosa vogliono i due ebrei che dicono di avere nelle casse solo cosmetici e profumi? Nel recente passato la famiglia Pollak è stata denunciata e consegnata ai tedeschi che l’hanno portata nei campi di sterminio. Molti si sono appropriati dei loro averi ‘legalmente’. Se i nuovi arrivati fossero intenzionati a chiederne la restituzione?

Per le scuole secondarie di secondo grado

 

I film saranno presentati e discussi con gli studenti. Sarà fornito materiale informativo.
Costo del biglietto Euro 4.00 a studente.
Le scuole possono prenotare scrivendo all’indirizzo schermielavagne@comune.bologna.it oppure telefonando ai numeri 051 2195329 | 2194830

Azioni sul documento